Fotografia e Software! 4 programmi utilissimi che forse non conoscevi!

Eccomi qui a parlarti di gestione del flusso di lavoro con 4 software e 4 articoli, questo è il primo, dopo un po' di pausa di questo blog.

L'utilizzo del computer e degli applicativi informatici è divenuto imprescindibile dalla produzione di fotografia digitale. Con i software progettiamo, fotografiamo, selezioniamo, ritocchiamo e condividiamo.

Nel flusso di produzione che ti vado a descrivere oggi ci sono 4 passaggi fondamentali:

  • progettazione

  • acquisizione

  • selezione

  • post produzione

Quattro passaggi che determinano un flusso di lavoro completo sia per chi lavora che per chi si diletta, in qualsiasi tipologia di fotografia.

In questo primo articolo ti farò una carrellata generale, per poi approfondire uno ad uno i software che ti vado a segnalare e... sorpresa... non ti vado a mostrare i software che ormai conoscono tutti.

Sì, perchè ci sono validissime alternative e probabilmente qui in mezzo troverai il software che ti cambierà in meglio il modo di lavorare!


Progettazione

Tutta la fase che viene prima di realizzare le foto.

Su questa parte fondamentale per molte produzioni, se già mi seguivi, non credo ti debba fare particolari presentazioni su Set.a.light by Elixxier Software.


Come avrai letto in molti articoli e post che ho diffuso dal marzo dell'anno scorso, Set.a.light è un simulatore virtuale di set fotografico in cui possiamo inserire ogni sorta di luce artificiale, modificatore e figura umana, per preparare e studiare tutto nei minimi dettagli prima di realizzare il lavoro e fornendo ( e fornendosi ) una chiara visualizzazione e lista di anteprima.



Trovi il software in versione prova a questo link!


Invece a questo link trovi l'articolo dove te lo descrivo e a questo un video tutorial sul suo funzionamento!


Il software può essere molto utile anche per stimolare la fantasia, provalo e non te ne pentirai! Ma attenzione, genera dipendenza! La stessa dipendenza che ha generato in amici, conoscenti e colleghi che lo hanno visto usare a me e ormai non ne fanno più a meno per tante loro attività, addirittura c'è chi prova a organizzare workshop per diffonderlo! Segno inconfutabile della qualità della diffusione che faccio e delle potenzialità del software.


Aquisizione ( e Sviluppo )


Due fasi molto importanti. Per aquisizione intendo la fase in cui la foto passa dalla fotocamera al disco fisso del computer, fase che può essere fatta durante lo shooting e che si definisce tethering oppure dopo aver finito la sessione fotografica. Per sviluppo intendo tutta quella fase in cui andiamo a regolare il negativo digitale in esposizione, colore e mood, quindi escludendo tutta quella parte di post produzione, che preferisco chiamare ritocco, in cui andiamo a togliere elementi di disturbo, comporre più immagini, modificare attributi etc. etc (ad es. il ritocco avanzato della pelle)


Per queste fasi il software che ti voglio presentare in questo articolo è un mio validissimo compagno di lavoro da un bel po' di tempo ed è Exposure Software!

Hai bisogno di un software che apra ogni tipo di raw e file immagine? Non hai interesse a creare dei cataloghi come i più noti programmi sul mercato? Hai bisogno di un software veloce ed affidabile nella visualizzazione ed esportazione? Ti piacerebbe poter sviluppare le foto creando dei livelli di modifica sul file? Hai bisogno di ripetere più operazioni su molte foto? Vorresti disporre di una ampia gamma di preset per conferire un look molto interessante alle tue foto in un click?

Se la tua risposta è stata sì ad almeno 2 domande, sei nel posto giusto!


Exposure, ormai alla versione X6, potrà entrare timidamente nel tuo flusso di lavoro e nel giro di poco farti abbandonare ciò che utilizzi ora e probabilmente sotto abbonamento mensile.

Come potrai vedere dalla schermata del software ( fonte dal web ), Exposure lavora un po' come tutti i programmi di sviluppo, ma andrà a pescare direttamente dai tuoi hard disk le immagini, una soluzione decisamente interessante e che non lega nemmeno alla fase di importazione e generazione di anteprime dei file, operazione spesso noiosa e non indispensabile per molti utenti.

Sulla destra hai una serie di controlli tipici dello sviluppo e viene tutto organizzato in livelli in modo da poter "spegnere ed accendere" ogni singola modifica. In questa sezione trovi anche una serie di filtri davvero interessanti. Il tutto è sovraponibile creando delle mascherature col pennello e in più, visibile sulla sinistra, ha un elenco nutritissimo di preset dai looks davvero accattivanti. Provare per credere. Anche perchè ogni singola regolazione dei preset e successivamente modificabile.

Nei prossimi articoli ti spiegherò più nel dettaglio l'utilizzo, ma ti consiglio assolutamente di provarlo anche ora, lo trovi in versione prova a questo link!

Ah dimenticavo: se sei abituato a lavorare in tehering durante la fase di scatto, Exposure consente di farlo e di applicare immediatamente più filtri, fornendo istantaneamente più versioni della foto che hai scattato!

Exposure risulta una soluzione intuitiva, snella e completa per la gestione del raw e con pochi click il lavoro è pronto ed esportato in jpeg e in più formati.

Il software assolve a due fasi ben distinte, l'acquisizione e la visualizzazione in tehering e lo sviluppo con annessa esportazione del file. Quindi due momenti del flusso di produzione non necessariamente legati. Inoltre dispone di tutti gli strumenti necesssari anche per fare la selezione delle foto, ma continua a leggere e scoprirai di più su questa fase.


Selezione


Ma quante volte abbiamo trovato questa parte di lavoro lunga, macchinosa e noiosa?

Davvero tantissime volte, specie per chi come me in una sessione lavorativa si trova a dover spulciare migliaia di foto.

L'editing, ovvero la parte di selezione delle foto più congrue al lavoro che dobbiamo finalizzare, per alcuni fotografi può essere la fase più laboriosa e spesso meno stimolante.

C'è da dire che è una fase assolutamente importantissima e che spesso non consideriamo come una fase a se. Tendiamo a delimitare tre step: progetto, sessione e post produzione. In questo modo di dividere il lavoro quasi ci si dimentica che la scelta delle foto è una fase fondamentale e del tutto separata.

Infatti per una sessione fotografica potremmo trovarci a fare diversi tipi di selezione e montaggio, idoneamente indirizzate all'uso che se ne farà. Tante volte sento di amici e colleghi che dicono: cavolo, facendo ordine negli hard disk è spuntata questa foto che non avevo selezionato!

I motivi possono essere tantissimi, ma quello più probabile è che la fase di editing aveva qualche vizio di procedura. Tralasciando i casi specifici questi vizi di procedura sono quasi totalmente individuabili nel software che si utilizza per scegliere gli scatti giusti.

Cosa offre il mercato?

Soluzioni ibride, non adeguate, poco affidabili e spesso molto lente.

Ibride perchè spesso si utilizzano i programmi di sviluppo che consentono anche di fare la selezione, ma è una funzione in più. Non adeguate e poco affidabili perchè molti si affidano ai visualizzatori di Windows e Mac, che sulla gestione del colore e sul colpo d'occhio generale lasciano molto a desiderare, disponendo anche di pochi flag da poter attribuire alle foto per organizzarle. Senza considerare i vari crash per volumi consistenti di foto e questa cosa spesso accade anche con applicativi gratuiti facenti parte di un universo diffusissimo per il trattamento delle immagini... Molto lente perchè so di colleghi che lasciano scaricare e importare le foto di tutto il servizio fotografico per tutta la notte, per essere operativi al giorno dopo. No dai, non è gestibile!


Ecco che allora con questo software ti sconvolgerò la vita perchè diverrà il tuo visualizzatore e strumento di selezione delle foto.

Photo Mechanic!

Hai presente quando sei alla guida della tua auto e in tangenziale ti sorpassa a tutta velocità la Ferrari? Ecco, quell'autista è un utente di Photo Mechanic che dallo specchietto guarda te che non lo usi!



La prerogativa di questo software è la rapidità. In pochi secondi hai il software aperto e puoi visualizzare le foto da qualsiasi disco o card collegata.

Aprendole a tutto schermo è impressionante la rapidità di passaggio da una foto all'altra semplicemente con le frecce della tastiera ( o con le gesture sul pad per Mac ).

Potrai divertirti a cercare di farlo rallentare o bloccare, premendo il più veloce che puoi la freccia che ti permette di passare da una foto alla successiva, ma non ci riuscirai mai.

Hai tutto sotto controllo, le foto, i dati, puoi aggiungere più tipi di flag per selezionarle e puoi aggungere delle note che ti potranno essere utili anche per recuperare velocemente le foto tramite una ricerca futura.


Mentre scrivevo queste poche righe, molti utenti di Photo Mechanic hanno già fatto l'editing del loro ultimo lavoro!

Hai un computer lento? Ma nessun problema, il software è una scheggia ovunque! A patto che il tuo computer seppur lento supporti il minimo indispensabile per lavoricchiare, quindi non farti false aspettative se ormai la tua macchina è da rottamare. Di sicuro rispetto a quello che usi ora, il tutto si velocizzerà e diventerà comodissimo.


Velocità e comodità sono i requisiti indispensabili per fare un buon editing, altrimenti rischi di non selezionare per bene il tuo lavoro per un collo di bottiglia che ti fa il software.


Devi assolutamente provarlo, clicca qui e mi dirai!


Come per Exposure, prossimamente ti racconterò nel dettaglio le funzionalità di questo software eccezionale!


Post Produzione


La fase di chiusura e che preferisco chiamare di foto ritocco, per divederla da quella dello sviluppo. E' una fase spesso non necessaria, perchè se hai ottenuto ciò che volevi fare in camera, hai selezionato e sviluppato correttamente il tutto, non sarà fondamentale processare il materiale esportato nelle fasi precedenti. A patto che non devi fare altro.

In moltissimi casi invece la finalizzazione del lavoro è legato alla produzione di pochissime foto finali. Magari con centinaia di scatti, ma per finalizzare poche foto. Mi riferisco ad esempio ad un panorama o ad una breve sessione di ritratto.

Che cosa si fa in questi casi?

Si sceglie la foto migliore, la si sviluppa e poi si apre questo file nel software che conoscono tutti, quello che inizia per Photo e finisce per Shop.

Software che definisco il principe della post produzione e con una serie illimitata di possibilità e strumenti. L'unico limite alle possibilità è la tua immaginazione (o competenza nell'usarlo). Ma nell'arco della mia esperienza ho visto tantissime situazioni in cui qualcosa veniva acquistato ed usato solo perchè lo usavano tutti.

Sicuro che non ci sia qualcosa di più adeguato a ciò che devi fare tu?

Secondo me si.

Non hai intenzione di imparare a usare Photoshop? Non vuoi fare un abbonamento? Non devi aprire psd generati da altri utenti o da te in passato? Vuoi lavorare bene e su poche foto? Magari la tua è più una passione che un lavoro? Un programma è qualcosa che faccia lui le cose per te, ma come le vuoi tu?


Ecco, se hai dato qualche sì sei nuovamente nel posto giusto.

Il software che ti voglio presentare e che prossimamemnbte avrà un articolo tutto suo è maggiormente indirizzato a chi non ha competenze in Photoshop oppure lo vuoi affiancare per velocizzare alcune procedure.

Attenzione però, a differenza di Photo Mechanic qui non ti troverai un software velocissimo e da usare anche su macchine obsolete.


Ti sto parlando di Luminar by Skylum, che dopo anni anni è riuscito veramente a sorprendermi per la potenza di calcolo che ha e per la possibilità di tirar fuori cose pazzesche... in pochissimi click e senza avere una base di conoscenza accurata nella post produzione.

Ti giuro che quando l'ho usato la prima volta non credevo ai miei occhi, quattro click e ho fatto cose che con altri software avrei fatto in oltre un'ora (perchè son molto spedito e so cosa devo fare eh!), ma soprattutto senza il minimo studio. La foto che vedi qui su è post prodotta in 3 minuti. Il software offre la possibilità di una comoda tendina prima/dopo. Inoltre è la terza o quarta foto che aprivo in questo software e ho lavorato senza alcun problema, perchè il programma è molto intuitivo e reattivo.

Per reattivo non parlo di velocità, ma di reazione alle modifiche, perchè sono subito ben visibili.

Molto semplici le quattro fasi in alto al centro. Crei un tuo catalogo dove linki le foto, le apri e ci puoi, se vuoi, subito applicare una serie di effetti in preset molto ben organizzati, passi a post produrre ed esporti.

E con che facilità. Ad esempio in maniera del tutto automatica basta selezionare una spunta per veder sparire tutte le impurità della pelle che in altri programmi devi fare manualmente e con gli strumenti adeguati.

Puoi modellare il viso con una serie di cursori. Puoi cambiare il cielo di una foto con un solo click. Puoi fare una serie lunghissima di foto e ti assicuro che è davvero più lungo da spiegare che da provare.

Ti invito a farlo subito, così quando te ne parlerò nel dettaglio, avrai maggior connessione.

Il programma funziona sulla base di una intelligenza artificiale, che automatizza molte procedure. Certo, c'è un margine di errore, non voglio dire che è tutto costantemente perfetto, bisogna essere chiari. Però ti dico che in generale il programma è una bomba. A questo link trovi la versione prova e... bonus finale, hai uno sconto a te riservato se vorrai poi acquistarne una licenza! Se per te la fotografia è qualche ora di relax anche al computer e su poche foto, non puoi farne a meno! Se per te la fotografia è grandi flussi di lavoro, sono sicuro che ti serviranno anche poche foto manipolate appositamente e questo software ti darà una marcia in più e si affiancherà a ciò che già usi.


Scommettiamo che sgranerai gli occhi nel provarlo? Mi farai sapere!



Si conclude qui l'articolo generale su questi software che nelle prossime settimane ti racconterò nel dettaglio! Spero vivamente di averti regalato delle belle scoperte e degli stimoli a migliorare flusso e produzione.

Ti segnalo ulteriormente che la divulgazione che faccio è frutto di costante utlizzo professionale dei software e di contatti con le software house che li sviluppano che si affidano a me anche per far conoscere al meglio i loro prodotti.

E non divulgo ciò che non ha avuto un buon riscontro.

Considero questo il modo corretto di lavorare e di divulgare. Anche se vedo che non è ampiamente diffuso come modus operandi e già mi aspetto che qualcuno si improvvisi addirittura ad insegnare l'uso del programma in sessioni a pagamento, senza mai aver avuto contatti con gli sviluppatori. Cose già accadute e senza mai segnalare la loro fonte di conoscenza (che è spesso questa).

Contatti, test e analisi sono le basi fondamentali per arrivare ad ottenere applicativi performanti ed utili e per avere una rete divulgativa proficua per tutti.


Grazie per la lettura e per i test che vorrai fare! Il tuo miglioramento è il mio regalo più bello!

A presto e... non dimenticare che LUX è sempre Best Seller in Italia! Per averlo clicca sulla foto qui sotto!


Ciao!

434 visualizzazioni2 commenti

Post recenti

Mostra tutti